i colori nella testa e una finestra spalancata da cui far entrare il cielo

Q

Ho deciso. Allora riparto. in questo angolo sperduto di internet, dove mi è sempre sembrato di rispecchiarmi per bene, in modi strani e altalenanti. Quei modi che ho io di fare le cose, mai per bene e mai una volta che non ci perdessi il fiato.

‘Tu hai i colori nella testa’ mi ha detto una volta un tipo e io così, piccola foglia al vento, mi sono vista dipinta perfettamente come dovevo. O come dovevo iniziare a fare. L’ho fatto? mi sono dipinta? Continuo a farlo. Sbaglio, tolgo il colore, rifinisco, straccio tele, uso spatole grezze e materia in abbondanza. a volte solo acqua, appena, leggermente tinta di un qualche blu acquerello, su carta spezza e preziata. A volte, come in questo disegno, sono una finestra spalancata da cui far entrare il cielo. A grafite viva. Polverosa, frenetica, pesante. Su una carta paia qualunque, pure accartocciata forse. Ricomincio dalla finestra, ricomincio a far entrare il mondo dentro di me, o forse il contrario? come un cielo notturno troppo pieno di stelle per restare appeso lì, mi intrufolo in queste vie affollate.cercando di disturbare con le mie cazzate in più possibile, più o meno come fa la notte.

 

Veronica J.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...